La sostenibilità e gli occhiali del futuro

Un tema che ha acquisito sempre più importanza negli ultimi anni è quello della sostenibilità, accompagnato da una crescente sensibilità nei confronti dell’ambiente e dal fermento con cui si cercano soluzioni alla crisi climatica.

Un occhio di riguardo all’ambiente e alla sostenibilità è diventato la priorità di molti settori industriali, non ultimo quello dell’occhialeria, dove alcune aziende ne hanno fatto il proprio marchio di fabbrica, creando prodotti interamente composti da materiali di riciclo.

Da Ottica Berruti sono disponibili anche modelli di alcune di questi marchi virtuosi, e tra poco ve ne andremo ad elencare alcuni.

Waterhaul: dalle reti da pesca agli occhiali

Waterhaul è un’azienda che ha come mission quella di recuperare e riciclare reti da pesca, per trasformarle nel 2018 nel primo prototipo di montatura realizzata da questi materiali. Attrezzi e reti da pesca, infatti, sono tra le forme di plastica più comuni e pericolose per la fauna, e nonostante questo continuano ad infestare gli oceani del nostro pianeta, motivo per cui lo scienziato Harry Dennis ha deciso di liberare l’oceano da questo inquinante, a cui dare una nuova vita.

Questi materiali vengono raccolti lungo la costa della Cornovaglia, per poi essere separati a seconda del polimero che li compone, e successivamente triturati, lavati ed agglomerati, in modo da ottenere una nuova materia prima totalmente riciclata, con cui creare le montature Waterhaul. Allo stesso modo, anche le vecchie montature inutilizzate verranno riciclate con lo stesso procedimento, sfruttando il fatto che la plastica non si degradi per trasformarla sempre in qualcosa di nuovo.

Occhiali a impatto zero con Eco Eyewear

Eco Eyewear è una tipologia di occhiali della linea ESG realizzata con materiali biodegradabili e sostenibili, nell’ottica dell’impatto zero, che mira a inquinare il meno possibile e a rispettare i lavoratori. Con questa mission, ESG realizza delle linee di montature in bio plastiche e bio acetato, che garantiscono un’ottima resistenza e durata nel tempo, unita alla sostenibilità.

Alcune montature di questa linea sono create in bio-based grilamid, materiale composto da fibre vegetali per il 62%, che lo rende resistente agli urti e poco attaccabile da agenti atmosferici e chimici, oltre a dare alla montatura un aspetto opaco che lo rende elegante e versatile, in modo da adattarsi a tutti gli stili e a tutte le situazioni.

Il bio acetato M49 invece combina in un unico materiale le caratteristiche fisiche e meccaniche dell’acetato con le esigenze di sostenibilità di cui abbiamo parlato, sostituendo al plastificante originale una sostanza di origine vegetale, che lo rende dunque un acetato di cellulosa sostenibile, biologico e biodegradabile, ma che soprattutto può essere modellato in montature resistenti e alla moda.

L’economia circolare di Sea2See

Sea2See è un’azienda italiana che produce montature per occhiali sia da vista che da sole, realizzate riciclando materiali plastici abbandonati nei mari di Spagna, Francia e Africa occidentale.

Questo progetto nasce dal preoccupante studio che pronostica come entro il 2050 i mari del nostro pianeta conterranno più plastica che pesci, supportato dal fatto che già al giorno d’oggi il 25% del pescato contiene al suo interno plastiche e microplastiche. Il contributo di Sea2See per far sì che questa catastrofica previsione non si avveri è stato dunque quello di raccogliere ogni giorno più di una tonnellata di plastica dal mare, per poi separare le varie tipologie di rifiuti a seconda della loro composizione e trasformarle in un nuovo materiale con cui creare le montature.

Indossando un paio di occhiali Sea2See, possiamo dire di aver liberato almeno 10 m² di mare, ottenendo comunque un prodotto con ottime caratteristiche tecniche e di design, resistente e duraturo nel tempo.

Questo progetto si basa sul concetto di economia circolare, che prevede un modello di produzione industriale in cui i materiali vengano riciclati e non buttati, riducendo l’inquinamento e sfruttando a nostro favore il tempo lunghissimo con cui certi materiali, come la plastica, si degradano, per ottenere prodotti resistenti e a loro volta completamente riciclabili.

Da Ottica Berruti si possono trovare numerose montature sostenibili, da indossare con orgoglio per sostenere l’impegno di queste aziende a liberare il mare dai rifiuti plastici e a creare nuovi materiali sostenibili e riciclabili.

FAQ

Si possono acquistare occhiali con materiali riciclati?
Certo, sempre più aziende scelgono di utilizzare materiali riciclati e porre un occhio di riguardo verso la sostenibilità ambientale, anche nel settore dell’occhialeria. Da Ottica Berruti sono disponibili diversi modelli di aziende che fanno della cura dell’ambiente il loro marchio di fabbrica, realizzando montature con materiali sostenibili o ricavati da rifiuti plastici.
Come si ricicla la plastica per crearne occhiali?
Diverse aziende hanno scelto di creare occhiali raccogliendo rifiuti plastici presenti nei mari e negli oceani, che prima di essere trasformati nelle montature richiedono un processo specifico. Innanzitutto, occorre separare i diversi rifiuti a seconda del polimero che li compone, per poi essere triturati, lavati e agglomerati nuovamente in un materiale nuovo. Chiaramente, questo comporta che lo stesso trattamento possa essere applicato alle montature sostenibili, che possono essere ritrasformate in un prodotto nuovo.
Gli occhiali sostenibili sono resistenti?
Sì, gli occhiali realizzati con materiali ricavati dal riciclo di rifiuti plastici sono resistenti e duraturi nel tempo, e in questo senso mantengono le stesse caratteristiche di quelli che non sono realizzati con questa tipologia di materiali.
Cosa sono bio plastiche e bio acetato?
Con bio plastica si intende un materiale chiamato bio-based grilamid, che contiene il 62% di fibre vegetali, e per questo si tratta di una materia prima con cui creare prodotti duraturi nel tempo, resistenti agli urti e poco sensibili agli agenti atmosferici e chimici. Gli occhiali composti da questo materiale si configurano quindi come adatti a resistere ed essere performativi in tutte le situazioni, anche le più estreme. Il bio acetato invece è una versione sostenibile dell’acetato originale, e nella sua creazione al posto del plastificante viene usata una sostanza di origine vegetale, che fa in modo che si tratti sostanzialmente di un acetato di cellulosa, resistente, biologico, biodegradabile e soprattutto riciclabile.

Dal nostro Blog

Ottica Berruti in India – Estate 2017

Ottica Berruti in India, Estate 2017 Ottica Berruti è fiera di aver contribuito insieme a ProSpes Onlus al progetto di assistenza volontaria nello stato federale di Tamil Nadu nel sud-est dell’India. Grazie a diversi contributi, tra cui il nostro, quest organizzazione si è impegnata per la causa dei bambini meno fortunati, lavorando sul loro benessere sociale, fisico e spirituale. Molti ragazzi hanno partecipato e l’esperienza è stata molto gratificante per tutti. Perché l’India? La maggior parte delle persone che popolano questa area sono generalmente agricoltori che vivono sotto la soglia di povertà. Per questo motivo molte famiglie sono costrette a far lavorare i loro figli con loro, con conseguente analfabetismo e lavoro minorile. Al fine di alleviare questo male sociale e aiutare bambini e famiglie, ProSpes e altre associazioni locali tra cui Ottica Berruti, hanno selezionato bambini e ragazzi da vari villaggi per istruirli e guidarli fino alla loro formazione universitaria e …
Union Dental
Contatti
Indirizzo
Orari
  • Lunedì:

    15:45 – 19.30

  • Mar - Sab:

    9.30 – 13 | 15:45 – 19.30

  • Domenica:

    Chiuso


P.IVA: IT00934511007

Sito web realizzato da Web agency Roma